RASSEGNA TEATRALE ADDA & MARTESANA

Inzago – Cassina de Pecchi – Lurano – Fara Gera d’Adda – Treviglio

12 MARZO 2017
ore 17.00 /  INGRESSO GRATUITO

Auditorium Casa delle Libertà, piazza Patrioti – Fara Gera d’Adda 


TERRA DI ROSA_
U cantu ca vi cuntu

di e con TIZIANA FRANCESCA VACCARO
musiche di ANDREA BALSAMO
aiuto regia GIOVANNI TUZZA

Lo spettacolo racconta la storia della Cantautrice del Sud, Rosa Balistreri.
Figura decisiva del folk siciliano degli anni ’70, fu tra i grandi protagonisti della riscoperta della musica popolare. Nei suoi canti, per lo più di protesta, parla di ingiustizie sociali, di lavoratori, di storie di povertà, di mafia, di dolore. Cantava nei campi in mezzo alla terra, sin da piccola Rosa, tra un raccolto e l’altro, nella sua Licata mafiosa e fascista.
Nel suo canto c’è il dolore, la miseria, la speranza di una Sicilia che vuole rompere le catene della povertà, della sudditanza, cantava di libertà, di rivoluzione.
L’urlo di una donna che, tra violenze e abusi di ogni tipo, non aveva paura di dire la sua, di denunciare gli affari loschi della mafia insieme a quelli del governo italiano.
Rosa che con la sua voce ha girato il mondo con i piedi sempre ben piantati a terra, per non perdere mai il contatto con la vita; vita difficile, vita aspra, vita appassionata.
Rosa che il suo canto le resterà appiccicato fino alla fine.

28 APRILE 2017
ore 21.00 /  INGRESSO GRATUITO

Auditorium San Lino, via San Lino – Lurano 


256, PIOVONO BOMBE_
Schegge narrate e illustrate di bombardamenti aerei sui civili

 

Scritto e diretto da CESARE GALLARINI
Con CESARE GALLARINI / LORENA MARCONI / OTTAVIO BORDONE
Illustratore TIZIANO RIVERSO Scene MARLIS BRINKMANN Video-Audio GINO SACCHI

E’ un racconto grottesco fatto di spezzoni come quelli incendiari che distrussero Dresda, Tokio, Milano; fatto di frammenti come quelli dei resti di Hiroshima; fatto di schegge come quelle delle mine aeree che distrussero Londra,Amburgo; una narrazione poetica tratta dai brandelli della memoria dei protagonisti…l’unico rifugio antiaereo efficace è la pace. 256 secondi era il tempo medio che impiegava un ordigno d’aereo della seconda guerra mondiale, dal momento dello sgancio alla deflagrazione. Sono stati per donne, anziani, bambini, uomini innocenti di ogni parte del mondo, gli ultimi 256 secondi di vita. Sono stati anche gli ultimi secondi di molti progetti, dei sogni, delle idee culturali, dei monumenti, delle opere d’arte e della storia.La follia umana arriva a distruggere in pochi secondi quello che il genio umano è riuscito a costruire in secoli.

25 MARZO 2017
ore 21.00 /  INGRESSO GRATUITO

Auditorium Liceo Scientifico, via Giovanni XXIII – Cassano d’Adda 


ZIA SEVERINA E’ IN PIEDI

testo e regia di CAROLINA DE LA CALLE CASANOVA
con VALENTINA SCUDERI  light designer PETRA TROMBINI
assistente alla regia CHIARA BOSCARO
produzione CASANOVA&SCUDERI
in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Milano, Festival Beni Confiscati di Milano, Zona 9 di Milano e Libera / Spettacolo finalista al Festival Tagad’Off (Inzago) 2014 / 3° Premio al Premio Sonia Bonacina 2015

Nel quartiere Niguarda di Milano se la ricordano in tanti zia Severina, barricata fino all’ultimo nella sua casa popolare di quaranta metri quadrati in balia di una cosca che voleva portagliela via. E’ una storia di resistenza e di dignità, di lotta silenziosa e totale alla mafia compiuta con l’unico mezzo di cui è in possesso un’anziana donna: l’ostinazione. In scena una giornata come tante per zia Severina: un ragazzo, soprannominato “Mongolfiera”, giovane recluta della ‘ndrangheta si nasconde nella sua casa per intimidirla ed indurla ad andare via. Nella sua situazione ci sono tante altre famiglie nel quartiere e in tanti hanno già capitolato. Ma Zia Severina al posto della violenza sceglie di rapportarsi al suo carnefice, come una nonna, una madre, cercando di instaurare con lui una relazione fondata sul dialogo e la comprensione.

30 APRILE /13, 20 MAGGIO 2017
ore 20.45 – 21.30 – 22.15- 23.00 
Spettacolo per 5 spettatori alla volta, su prenotazione

Piccolo Teatro della Martesana – Cassina de Pecchi
Circolo ARCI Fuori Rotta – Treviglio
Ristorante IL FAGUS – Cassano d’Adda  


ILINX MACHINE_
Azienda Traghettatori Anime 

di ILINX TEATRO

Immaginatevi di essere accompagnati in una macchina. Immaginatevi di scoprire che siete erroneamente creduti morti. E che lo capiate lentamente. Nel tragitto che va dal luogo di partenza al luogo dello scambio, del passaggio di stato. Nell’ attesa che Lui arrivi. Voi spettatori-ostaggi di questa situazione. Schedati come ad un censimento. Come se durante il “trapasso” qualcuno vi prendesse i documenti e vi dicesse che non servono più, che la vostra identità è scaduta.
Che noi, tutti, siamo qualcos’altro…
Immaginatevi la più nobile fra le professioni: i traghettatori di anime.
Tre individui. Modi diversi di porsi rispetto l’eterno tema del senso della vita.
Immaginatevi il gioco, nel cerchio da inizio a fine, svelarsi man mano. 

7 APRILE 2017
ore 21.00 /  INGRESSO GRATUITO

Auditorium Liceo Scientifico, via Giovanni XXIII – Cassano d’Adda 


YESTERDAY_L’ultimo gioco |
Teatro scientifico

di JANA BALKAN
con JANA BALKAN, ISABELLA CASERTA, FRANCESCO LARUFFA
produzione TEATRO SCIENTIFICO – Teatro Laboratorio

Ogni riferimento a fatti e persone non è puramente casuale. Lo spettacolo è ispirato a una storia vera
“Ho visto un’anziana al funerale del figlio che ad un certo punto ha smesso di piangere perché non si ricordava più che ci facesse là. Ha detto: Portatemi via, chi è quello là dentro?”. Da questa esperienza è scaturita la nostra ricerca e questo lavoro.

La perdita della memoria è una malattia che complica tutto perché fa smarrire il senso delle cose, fino a farle sparire nell ’indistinto. E’ un naufragare inesorabile verso il niente. E’ un lento smarrirsi nel silenzio e nell’ assenza. Lo spettacolo oscilla tra ricordi e presente, tra visioni della mente e realtà. Non si vuole commentare né giudicare, solo ritrarre una realtà che coinvolge tutti e che porta a riflettere.

PER INFORMAZIONI