Habitat_Scenari Possibili 2019

Rassegna di Arte Pubblica nel territorio dell’Adda Martesana

Energia – Moto e Stasi
500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci
Inaugurazioni opere d’arte pubblica site-specific

Habitat_Scenari Possibili, rassegna d’arti a cielo aperto torna con la sua V edizione in programma da maggio 2019 a dicembre 2019 in diversi luoghi pubblici tra Adda e Martesana (MI).

L’iniziativa, organizzata da R.A.M.I. – Residenza Artistica Multidisciplinare Ilinxarium – è riconosciuta di rilevanza regionale da Regione Lombardia, patrocinata da Città Metropolitana di Milano, dallo IED – Istituto Europeo di Design, da GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani, da Parco Adda Nord, da Parco Sud Milano, da Legambiente, da FAI – Fondo Ambiente Italiano, Ecomuseo Martesana, da FIAB Milano Ciclobby.

Quest’anno la rassegna collabora con i comuni di Cambiago, Cassano d’Adda, Cassina de’ Pecchi, Cernusco sul Naviglio, Cologno Monzese, Fara Gera d’Adda, Vaprio d’Adda, Vimodrone e con Consorzio Est Ticino Villoresi, Aeson Festival.

Habitat_Scenari Possibili, nato all’interno della rassegna di arte contemporanea Ecoismi nel Comune di Cassano d’Adda nel 2014, è una manifestazione di arti contemporanee; una sperimentazione artistica e culturale che vuole creare un diffuso e convinto senso di appartenenza delle persone ai luoghi in cui vivono, ed è proprio questo legame con il territorio che differenzia la rassegna.

Ogni progetto di arte pubblica a mio avviso deve partire dall’ascolto del territorio, delle comunità, delle persone, deve costruire rapporti vivi, vitali con la società attraverso un approccio relazionale

Nicolas Ceruti

direttore artistico , Habitat_Scenari Possibili e R.A.M.I.

Artisti e Opere selezionate

CALENDARIO INAUGURAZIONI

“Senza Titolo” di Marco Sinigaglia
residenza artistica | 7 – 11 maggio
(selezione da bando nazionale)

Cassina de’ Pecchi | c/o via Goffredo Mameli | ciclabile naviglio Martesana

“Anemos métria” di Davide Tagliabue
residenza artistica | 8 – 12 maggio
(selezione da bando nazionale)

Vimodrone | c/o via Giuseppe de Nittis | ciclabile naviglio Martesana

“Ruotanimata” dei Bonora Brothers
“Cubosfera” di Chiro – Ciro Amos Ferrero
(selezione da bando nazionale)
residenza artistica | 14 – 18 maggio

Vaprio d’Adda | c/o via alzaia sud | ciclabile naviglio Martesana

“La memoria dell’acqua” di Cesare Villa
residenza artistica | 15 – 19 maggio

Fara Gera d’Adda c/o via Adda | Parco pubblico

Cassina de’ Pecchi
Marco Sinigaglia
Artista e designer professionista Marco Sinigaglia, classe 1959, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Venezia dove conosce e lavora con Emilio Vedova. Si forma nella partecipazione ad ambienti creativi e intellettuali socialmente impegnati; è pioniere dell’arte digitale sin dai primi anni ’80.
Senza Titolo
Nove canne in grado di ondeggiare al vento, sulle quali una texture di mani e dita intrecciate rimanda agli studi anatomici di Leonardo da Vinci che tanto sconvolsero i suoi contemporanei. Un messaggio di valore etico: riconoscere l’irriducibilità, anche se in frammenti, dell’umanità nascosta in ciascuno di noi.

Vimodrone
Davide Tagliabue
Davide nasce a Monza nel 1988. Ingegnere edile-architetto per studi, artigiano carpentiere per passione, dopo la laurea al Politecnico di Milano indirizza la sua carriera professionale nel campo dell’architettura effimera autocostruita e degli allestimenti.
Anemos métria
L’installazione trae ispirazione estetica e tecnica dal lavoro di Leonardo da Vinci per instaurare un dialogo tra gli studi di uno scienziato, la tecnica di un costruttore e l’anima di un luogo, rendendola visibile attraverso la lettura della forza del vento.

Vaprio d’Adda
Bonora Brothers
Dietro al nome Bonora Brothers ci sono Stefano e Mattia Bonora, due fratelli di sangue, due amici, che nel corso degli anni hanno deciso di far convivere le capacità grafiche e illustrative dell’uno con la competenza calligrafica dell’altro.
Ruotanimata
Come nelle antiche tecniche di animazione cinematografica, la rotazione della ruota fa in modo che i disegni montati su di essa creino un effetto ottico di movimento, riportando in azione la macchina volante di Leonardo da Vinci, grazie unicamente alla forza dell’acqua.

Vaprio d’Adda
Chiro – Ciro Amos Ferrero

Ciro Amos Ferrero in arte Chiro, artista milanese, sperimenta le più diverse tecniche espressive in ogni nuova opera dalla pittura alla scultura; negli ultimi quattro anni si dedica all’arte pubblica e land art realizzando importanti opere e interventi.
Cubosfera
L’opera si presenta come una sorta di nido sferico che concettualmente custodisce il nostro percorso di vita. È composta da un cubo – dimensione solida del corpo e centro dei ricordi – da cerchi – dimensione fluida e vita che si rigenera – da un triangolo non visibile – dimensione gassosa che simboleggia il divenuto.

Fara Gera d’Adda
Cesare Villa
Cesare nasce in Geradadda nel 1960. Frequenta il Circolo Artistico Farese fin dalla sua apertura nel 1972. Dopo il diploma di Maestro d’Arte all’Istituto A. Fantoni di Bergamo, nel 1997 apre il suo primo laboratorio di ricerca pittorico-espressiva per persone con disabilità. Cerca di essere fedele alla sua immaginazione.
La memoria dell’acqua
La selezione elettiva di pochi, puri elementi formali che si ripetono mette in atto la doppia presenza, nella quale la forma di ciò che è fermo evoca e convoca l’idea di un moto trascorso. Ne scaturisce un’opera che esprime un’energia in atto, perfettamente corrispondente al nostro atto immaginativo. S.C. marzo 2019

Verbale Esito selezione Bando Martesana 2019

Habitat 2019 - Verbale esito bando Martesana 2019