ExPosizioni – Festival delle Compagnie in R.A.M.I
Rassegna di spettacoli creati all’interno di Residenza Artistica Multidisciplinare ILINXARIUM

1-9 dicembre 2018
TE.CA. Teatro Cassano
viale Europa ang. via A. Dalla Chiesa – Cassano d’Adda

Sabato 1 Dicembre

ore 17:00 Presentazione del catalogo di Habitat 2018

ore 18.00 Soli sul Fiume di Angelo Caruso – Presentazione del progetto Finalista al 12° Premio Arte Laguna 2018

ore 21:00 Il Volo | ILINX Teatro
drammaturgia Michela Mastroianni
con Luca Marchiori
regia Nicolas Ceruti
suond designer Luca Piazza
immagini e Illustrazioni Stefano Bonora
video Nicolas ceruti
produzione ILINX teatro e R.A.M.I.
Le relazioni, la vita, il progresso: è possibile una coesistenza serena di questi elementi o lo sviluppo tecnologico chiede all’uomo uno sforzo che alla lunga non può sostenere?

Spesso le nostre vite sembrano lanciate al limite, spinte in là in una sfida che avviene per mezzo delle macchine, ma che sempre più sta diventando una sfida con le macchine, per un risultato incerto in termini di felicità di lungo periodo.
Attorno a questa serie di interrogativi era stato redatto un secolo fa Volo di notte, un romanzo di Antoine De SaintExupéry.
A bordo del suo aereo postale, Fabien deve affrontare la sua missione di corriere aereo nelle Ande. Siamo nei primi decenni del XX secolo. Questi uomini sono i pionieri del volo, negli anni eroici dei primi collegamenti internazionali, dei pericolosi voli sulle sconfinate regioni dell’America Latina.
Dall’aeroporto di Buenos Aires, il responsabile dell’intera rete aerea, Rivière, segue il suo volo, e quello dei molti altri corrieri spingendoli un passo oltre, nella pericolosa impresa dei primi voli notturni. Ad un certo punto l’uragano, che spinge l’aereo fuori rotta, i contatti radio sono difficili, la scorta di carburante è limitata.
Nel buio della notte il pilota deve continuare a volare, e il responsabile, in un ideale dialogo a distanza con l’uomo, ci pone davanti ai grandi quesiti dell’umanità: a cosa siamo pronti pur di spingere avanti le conquiste dell’uomo?

Domenica 2 Dicembre

ore 21:00 KRISI | Michele Cremaschi
Idea, direction and technology developing Michele Cremaschi
Sceneries Enzo Mologni
Drama Anna Maini – Michele Cremaschi
Cinematographic consultant Chiara Cremaschi
Production support Fondazione SanPaolo
Residencies and production support: R.A.M.I., Inzago (MI); Lab80, Bergamo; Laboratorio Teatro Officina, Urgnano (BG); Casa Fools /Teatro Vanchiglia, Torino;Teatro della Caduta, Torino, Sorint.lab, University of Technologie of Belfort Montbéliard, Le Granit, scène nationale, Belfort, France

Se fai una cosa per me, senza di me, la fai contro di me. (proverbio africano)
“Krisi” è un film girato in diretta sul palco che racconta di beni comuni ambientali messi in pericolo da progetti speculativi, ingordigia, ricerca del profitto, subalternità politica, modelli di cosiddetto “sviluppo” antiquati e non sostenibili. Che vuole mettere in luce come tutto ciò avviene più facilmente sotto gli occhi di una cittadinanza assopita, che autolimita il proprio diritto democratico di decidere le sorti della propria città dentro al principio di rappresentanza politica. E indaga gli effetti sui territori abitati, al contrario, da una cittadinanza attiva che si documenta e che pretende ascolto.

Giovedì 6 Dicembre

ore 21:00 @Tiffanys – Fenomenologia di una scena d’amore | Coperte Strette
Uno spettacolo di Christian Gallucci – Anna Sala
Con Christian Gallucci | Anna Sala | Martino Minzoni
Assistente Ilaria Cassanmagnago
Progetto sostenuto da Manifattura K, Ert – Residenze Villa Pini, R.A.M.I. e Teatro San Teodoro di Cantù

Giorgio e Adriana festeggiano il loro settimo anniversario. Ogni anno Adriana vuole festeggiare insieme a Giorgio recitando la scena finale di Colazione da Tiffany. Giorgio però ha una sorpresa, ha deciso di andare oltre quest’abitudine e romperà le regole del gioco manipolando la scena in modo da farla diventare una proposta di matrimonio. Il gioco, che per Adriana ha rappresentato la cosa più vicina a un ideale di amore perfetto, diventa a causa di Giorgio la distruzione di un sogno, gettando la loro storia d’amore sul piano di una già terribile quotidianità. Il gioco prende possesso della vita reale attraverso il nuovo tentativo di ricostruire un unico e irripetibile istante d’amore, in tutto e per tutto simile a quello di un film. Ma cosa accade una volta raggiunto quel momento che, tra l’altro, è posto su basi false, costruite e pensate a tavolino? Cosa ci sarà oltre? Un lieto fine? O una definitiva separazione? @Tiffanys è uno studio sull’amore all’interno di una coppia e il movente, da parte nostra, per analizzare modi e dinamiche di una relazione, nonché indagare il sottile confine esistente tra il convenzionale meccanismo della messinscena e l’adesione di interpreti e pubblico a tale meccanismo.

Venerdì 7 Dicembre

ore 21.00 ora IV – “Il mio istinto malefico” uno studio su Le mille e una notte | LIDELAB
progetto Wunderkammer – Le mille e una notte
Silvia Rigon Concept, regia, drammaturgia
Lucia Menegazzo Regia, scenografia ideazione e realizzazione figure
Barbara Mattavelli Attrice, performer
Federica Furlani Sound design, musicista, performer
Christina Lidegaard Producer

Dal danese “laboratorio del piacere e del dolore”, LIDELAB è un collettivo teatrale al femminile di artiste indipendenti.
Lo spettacolo è uno studio poetico su “Le mille e una notte”, un lavoro delicato alla scoperta di un grande classico della letteratura. Narra la storia di un tradimento e di come raccontare storie può salvare la vita. Il pubblico cullato nel racconto attraverso il corpo dell’attrice e la musica dal vivo, viene introdotto in un mondo magico di ombre, pupazzi e marionette che incantano e lasciano a bocca aperta.

Sabato 8 Dicembre

ore 21:00 Simplon | Karakorum teatro
Di e con Stefano Beghi
Regia di Stefano Beghi e Marco Di Stefano
Musiche dal vivo di Marco Prestigiacomo
Luci e Suoni di Antonello Ruzzini
Costumi di Alice Sciaulino
Prodotto con il sostegno di R.A.M.I. Residenza artistica e di Manifattura K
Spettacolo vincitore di Strabismi 2017

Simplon è il nome di quel luogo in cui per millenni l’uomo ha valicato la frontiera naturale delle Alpi. Oggi, per noi è al di là dell’immaginaria linea di confine politico ma al di qua della cresta della montagna: incarna le contraddizioni della frontiera, e per quanto vorrebbe essere “da qualche parte” esso, semplicemente, rimane sul confine…
Sotto la montagna, nel cantiere che darà vita al traforo del Sempione, nasce il primo western a teatro: il sogno di superare il limite imposto in un duello faccia a faccia fra l’uomo e la natura.
Un buco in una montagna: non basterà a cancellare La frontiera?

7–8 -9 dicembre ore 14.00 – 20.00

“Nelle regole del quadrato” laboratorio condotto da Oscar De Summa
Partendo dall’assunto che il palcoscenico è uno dei luoghi dove può manifestarsi l’invisibile, il sacro, cercheremo attraverso questo stage di studiare le minime condizioni necessarie perché tale manifestazione avvenga. Ci rendiamo subito conto che l’invisibile o il sacro è preesistente alla forma ma che di questa necessita per manifestarsi. Portato sul piano musicale potremmo dire che la musica è preesistente allo strumento ma solo quando incontra questo strumento si producono delle vibrazioni percepibili e comunicabili. Diventa quindi indispensabile eliminare le resistenze, i pregiudizi, le idee per creare il vuoto necessario affinché possa rivelarsi una verità. Una parola questa necessariamente ambigua soprattutto in un luogo deputato all’artificio eppure condizione necessaria a chè il teatro possa succedere. Ci concentreremo sulla presenza sulla scena, sul lavoro in gruppo nella sua dimensione di organismo e ci concentreremo ancora sulla cellula minima dello scambio relazionale per studiare la tessitura invisibile che lega i 2 attori-interpreti e come la parola non è semplicemente detta ma diventa un’azione concreta. Tutto questo naturalmente ponendo l’accento che tutto è un gioco, un semplice organico serio gioco a cui partecipiamo.
Costo: 100 euro se iscrizione entro il 20/11 | 120 euro iscrizione dopo il 20/11
Luogo; Residenza Artistica Multidisciplinare ILINXARIUM – via Besana 11/a – Inzago (Mi)

BIGLIETTI

INTERO: € 8
RIDOTTO: € 5 [Residenti a Cassano d’Adda, over 65, under 25 e Soci ILINX]
Laboratorio di Oscar De Summa: 100 euro se iscrizione entro il 20/11 | 120 euro iscrizione dopo il 20/11 | Partenza con minimo 8 persone

www.ilinxarium.org
Fb: RAMI
Twitter: RAMI
Instagram: RAMI
@mail: organizzazione@ilinx.org
ph.: 0293217542 | mobile: +39 334 2432376

ExPosizioni – Festival delle Compagnie in R.A.M.I.
ExPosizioni è uno spazio di presentazione dei percorsi di lavoro e dei progetti sviluppati e immaginati nella Residenza Artistica Multidisciplinare ILINXARIUM.
ExPosizioni è un momento di condivisione e confronto tra gli artisti residenti e il pubblico, gli addetti ai lavori.
ExPosizioni è una compagnia o un singolo artista che presenta uno studio, una prova aperta, una lettura, una “mise en espace” o frammenti della produzione in corso d’opera.
ExPosizioni è ponte. Mette in relazione diretta il pubblico, i critici con gli artisti. In continuo scambio di idee, suggerimenti, visioni.