RESIDENZA ARTISTICA  MULTIDISCIPLINARE

ILINXARIUM

 

è lieta di invitarvi

al secondo appuntamento di

 

HABITAT_SCENARI POSSIBILI 2018

 

 

PROGETTO DI ARTE PARTECIPATA
Pianta desiderio di Monica Sgrò

 

CASSINA DE PECCHI | MILANO
Museo Maio di Cassina de Pecchi [via Trieste, 3, 20060 – Milano]

 

 


Monica Sgrò, artista che da diversi anni fonda la propria ricerca sulla corrispondenza tra relazione e materiale, sarà presente all’edizione 2018 di Habitat_Scenari Possibili con il suo progetto Pianta desiderioun percorso partecipato che grazie alla realizzazione di un’opera collettiva in feltro mira a rendere visibile la mappatura di trasformazione del territorio.

L’opera site specific sarà collocata all’interno del Museo Maio, e avrà misurerà 3.50 x 1.50 metri.

La rappresentazione della trasformazione del paesaggio intorno al Maio, la comunicazione della propria visione del territorio e la volontà di modifica dell’esistente sono i punti di partenza di questo progetto; l’artista, con la partecipazione dei cittadini coinvolti, ri-disegnarà i contorni di un nuovo patrimonio, sviluppando un concetto di territorio che sia rappresentativo del desiderio di cambiamento.

Questo percorso partecipato prevede le seguenti fasi di lavoro:

  1. Presentazione delle intenzioni progettuali e inizio del lavoro – a seguire è previsto un aperitivo con l’artista [15 e 22 giugno – dalle 19:00 alle 20:30]
  2. Fase Grafico-progettuale partecipata con due giornate di workshop per realizzare su carta il progetto grafico della ”mappa di comunità”, selezionare fotografie e materiali, e concepire tracce, colori e segni da inserire successivamente nel feltro.

QuestL Questa fase è aperta a tutti gli interessati e auspicabile per coloro che hanno lavorato con “Casale hub” [7 e 8 luglio 2018 – dalle 10:00 alle 17:00]

3.Fase di infeltritura partecipata di tre giorni di lavorazione della lana per trasformarla in feltro con l’aiuto sia di mani sia di piedi.

Questa fase è aperta a tutti coloro che hanno progettato l’opera (fase 2) con la possibilità di far intervenire altri cittadini, per un massimo di 20 persone [14 – 15 – 16 settembre]

       4. Inaugurazione dell’opera e Conferenza pubblica della curatrice Gabi Scardi. Una riflessione sul valore dell’artista, che contestualizza l’intervento e il progetto di residenza d’artista portato avanti in questi anni nel territorio da Residenza Artistica Multidisciplinare ilinxarium [ottobre]

 

Museo MAIO  è il museo dell’arte in ostaggio, un progetto culturale che esplora la presenza dell’assenza, celebrando l’arte attraverso la memoria e la reinterpretazione di opere trafugate durante la seconda guerra mondiale. I tesori culturali sono raccontati in chiave contemporanea, allo scopo di riportare alla realtà la memoria delle tele originali, sensibilizzando il visitatore al tema della ricerca.