Festival ExPosizioni 2017

8-9-10 dicembre 2017

TE.CA. – Viale Europa ang. Via C.A. dalla Chiesa – Cassano d’Adda

8 dicembre
20.45 Incontro con la compagnia per il progetto di spettacolo
Simplon di Karakorum teatro
Di e con Stefano Beghi
Musiche di Marco Prestigiacomo
Consulenza drammaturgica Matteo Sanna
Costumi Alice Siaulino
Produzione Karakorum Teatro
Simplon è il secondo capitolo di un progetto di ricerca teatrale e musicale (sviluppato in tre spettacoli, per un attore e un musicista) sul tema della frontiera.
Simplon affronta l’attualissima tematica dei confini soffermando lo sguardo su coloro che li abitano, li creano o li vivono come dimensione del quotidiano. Il confine richiama immediatamente il tema del limite da un lato e dell’identità dall’altro, e stare sul confine significa porsi una domanda riguardo a questi due grandi temi universali che il progetto cerca di tradurre in racconti, in fiabe contemporanee, perché si trasformino in domanda.

21.30
Adios | ATRE’ TEATRO E COLLETTIVO INGWER
Regia Simon Waldvogel
Con Federica Carracamilla Parini, Camilla Pistorello, Carla Valente
Assistente Gianpiero Pitinzano
Video Bonasia & Narcisi
Un limbo. Tre sorelle intrappolate. Come dentro un sogno ricorrente.
Una scatola bianca, nella quale le donne si confronteranno sul senso della vita, della figura materna e del passaggio dal mondo incantato dell’infanzia a quello adulto. In questa metamorfosi dovranno ripercorrere le tracce che hanno lasciato dietro di loro. Molto diverse l’una dall’altra, le sorelle si faranno portatrici di un punto di vista specifico, andando ad analizzare come ognuna di loro ha vissuto la propria infanzia e adolescenza in maniera poco vitale. Delegando tutte le decisioni alla propria madre e aspettando che accadesse qualcosa che non è mai accaduto, le tre sorelle si renderanno conto di essere diventate grandi, troppo grandi per non vedere gli schemi che le hanno intrappolate in convenzioni, speranze e desideri repressi.

9 dicembre
dalle 15.00 alle 18.00 workshop di danza
presso Residenza Artistica Multidisciplinare ILIXARIUM – via Besana 11/a – Inzago
Appunti per una danza spaesata. Training per corpo e suono
Condotto da Sara Catellani (corpo) e Johann Merrich (suono)
Dopo una prima parte di esplorazione fisica che rende disponibile e reattivo il corpo, i partecipanti verranno coinvolti in una ricerca sull’interazione tra danza e suono live. È previsto anche un momento di composizione per condividere con i partecipanti il processo e le strutture alla base della creazione dello spettacolo Effetto Cocktail Party. Grazie alla presenza in sala della compositrice Johann Merrich, si esploreranno le derive possibili che la relazione danza-suonolive è capace di creare rispetto alle strutture di composizione precedentemente sperimentate. Con la volontà di “spaesare”, stupire, confondere e smarrire il corpo. L’ incontro/scontro con l’elemento suono diviene quindi motore destabilizzante per la ricerca di una danza rinnovata e presente in un ambiente in mutazione continua.

ore 21.00
@Tiffanys – Fenomenologia di una scena d’amore | Coperte Strette
di e con Christian Gallucci e Anna Sala
Assistente Ilaria Cassanmagnago
Colazione da Tiffany è un film del 1961, tratto dall’omonimo romanzo di T. Capote.
La vicenda narra di un uomo tenuto a distanza da una donna inafferrabile, che ha messo sé stessa al centro del mondo. Racconta di un uomo sempre più innamorato e disposto ad accettare qualsiasi condizione. Le leggi del grande pubblico hanno poi imposto al film un lieto fine, opposto rispetto alla conclusione aperta e malinconica con cui si concludeva il romanzo. Nello spettacolo una coppia, Adriana e Giorgio, omonimi all’italiana dei due più celebri Audrey Hepburn e George Peppard, ogni anno, il giorno del loro anniversario, festeggiano giocando a mettere in scena l’ultima sequenza del film. Siamo giunti al settimo anniversario. Per lei il gioco rappresenta la speranza che un istante d’amore perfetto e lontano dalla quotidianità possa essere possibile, come in un film. Per lui è un rito necessario per dimostrare il suo amore.

ore 22.00
Dimmi ancora un’altra città | Collettivo RooMs
Ideazione e coreografia: Arianna Rodeghiero e Samuel Moncharmont
Musica: Samuel Moncharmont
Un duo tra musica e danza, che intende riflettere sul tema del viaggio, come transizione da uno spazio a un altro, sul continuo processo di scoperta e adattamento che ogni spostamento comporta. Di luogo in luogo, di passo in passo attraversiamo spazi diversi e ci poniamo sempre la domanda: come ricostruire qualcosa di nuovo dal nulla. Il nuovo non è forse un riflesso di un riflesso di quello che è stato ad ogni passo, inciampo e sospensione, tutte le volte leggermente diverso? I due performers, musicista e danzatrice interagiscono tra di loro e con le dimensioni “interno” ed “esterno” che entrambi attraversano, diventando uno lo specchio dell’altro.

10 dicembre
dalle 17.00
Effetto Cocktail Party – Piccoli quadri di spaesamento | Sara Catellani
concept e danza Sara Catellani
suono Johann Merrich
luci Violeta Arista
scene Massimo Corsini
produzione gruppo e-motion
Con il termine ‘Effetto Cocktail Party’ gli psicologi identificano la straordinaria capacità umana di selezionare e ascoltare una voce singola nel mezzo di una moltitudine, ignorando il resto delle informazioni circostanti. Ciò accade, ad esempio, quando, impegnati in una conversazione con qualcuno durante una festa, sentiamo pronunciare il nostro nome di battesimo da una voce conosciuta. Effetto Cocktail Party è una performance creata dal susseguirsi di “Piccoli Quadri di Spaesamento”, all’interno dei quali il corpo del performer lavora in stretta interazione con l’impianto scenografico, luminoso e sonoro e diventa interprete di un ensemble interattivo, un quartetto, composto da danza, luce, suono e texture.

Ai lati d’Italia di Elisabetta Consonni
Ideazione-Coreografia-Interpretazione Elisabetta Consonni
Disegno Luci/Consiglio Walter Ballini
Costumi Drera Patrizia-Sarah Adudarko
Consulenza Coreografica Elena Fontana Paganini, Francesco Dalmasso, Chelo Zoppi
Ai lati d’Italia è una frase palindroma, un’inversione possibile.
Ai lati d’Italia è un concerto per voce non in capitolo, per una seconda voci, per una comparse/sfondi.
Ai lati d’Italia è una corista nell’angolo del palco che non canta il motivo principale della canzone ma senza sarebbe tutt’altra musica.
Ai lati d’Italia è tutto ciò che sta attorno a quello che si sta guardando. È la visione periferica.
Ai lati d’Italia è ‘L’elogio del margine’ (B. H.).

BIGLIETTI
INTERO: € 10 per due spettacoli / € 5 per uno spettacolo
RIDOTTO: € 6 per due spettacoli / € 3 per uno spettacolo [Residenti a Cassano d’Adda, over 65, under 25 e Soci ILINX]
WORKSHOP DI DANZA: € 30,00 | partenza con minimo 8 persone

INFO
0039 0291091181 |   0039 3342432376
organizzazione@ilinx.org | www.ilinxarium.org
Fb/Twitter/Instagram ilinxarium

 

ExPosizioni – Festival delle Compagnie in R.A.M.I.
ExPosizioni è uno spazio di presentazione dei percorsi di lavoro e dei progetti sviluppati e immaginati nella Residenza Artistica Multidisciplinare ILINXARIUM.
ExPosizioni è un momento di condivisione e confronto tra gli artisti residenti e il pubblico, gli addetti ai lavori.
ExPosizioni è una compagnia o un singolo artista che presenta uno studio, una prova aperta, una lettura, una “mise en espace” o frammenti della produzione in corso d’opera.
ExPosizioni è ponte. Mette in relazione diretta il pubblico, i critici con gli artisti. In continuo scambio di idee, suggerimenti, visioni.

R.A.M.I. Residenza Artistica Multidisciplinare ILINXARIUM nasce nel 2009 promossa da Fondazione Cariplo e sostenuta dal Comune di Inzago MI.
Dal 2009 R.A.M.I. organizza Tagadà – movimenti teatrali ultraterreni: una fiera del teatro, una rassegna “sul” e “per” il territorio, in collaborazione con i diversi Comuni che la ospitano. Nel 2011, al fine di sostenere la nuova produzione teatrale, R.A.M.I.  sviluppa il Festival Tagad’Off, concorso per artisti emergenti e giovani compagnie, con sede operativa in Lombardia, il cui vincitore ha diritto ad un periodo “produttivo” in residenza.
Oltre alla promozione della cultura teatrale, dal 2014 R.A.M.I. sostiene progetti che prevedono la contaminazione fra diversi ambiti artistici dando vita ad un Festival di Residenze a cielo aperto: Habitat_Scenari Possibili, eventi di contaminazione tra Land Art/Public Art e Performance Artistiche.
Dal 2014 R.A.M.I. si occupa anche di attività legate all’ospitalità e all’assistenza ad artisti che intendono sviluppare progetti innovativi nell’ambito della creatività, ricevendo nel triennio 2015/2016/2017 il riconoscimento da Regione Lombardia come Residenza Artistica all’interno dell’Art. 45 della legge ministeriale. R.A.M.I. continua il suo percorso, ospitando in residenza produttiva, artisti e compagnie al fine di favorire le nuove produzioni e le contaminazioni tra le arti. Dal 2015 è promotore del Festival Impronte Digitali, progetto di diffusione dell’innovazione tecnologica in ambito artistico. Sempre dal 2015 organizza il Festival ExPosizioni, esposizione dei lavori creati in residenza a R.A.M.I.
R.A.M.I. è un progetto ospitato da ILINXARIUM, luogo d’immaginazione promosso dall’Associazione Culturale ilinx, socia fondatrice di Associazione ETRE, rete delle Residenze Teatrali Lombarde. ILINXARIUM è uno spazio di incontro aperto a tutti, in cui si organizzano e promuovono percorsi formativi teatrali e artistici.